Il sequestro a Gibilterra della Grace 1, già bloccata da due settimane per presunte violazioni delle sanzioni Ue alla Siria, ha scatenato nell’area più calda del Medio Oriente – lo Stretto di Hormuz – la reazione dell’Iran. Proprio quando Gibilterra confermava di aver prolungato di un mese il fermo della nave iraniana, le motovedette di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Guantanamo siriana. La Francia, il jihad e i figli perduti dell’Isis

prev
Articolo Successivo

Strage Srebrenica, l’Olanda si assolve da sola

next