Che Salvini non sia più lo stesso si vede a occhio nudo. L’altroieri il Grande Twittatore aveva aperto la giornata con uno stentoreo “traditori” ai 5Stelle, rei di aver votato la Von der Leyen perché nominasse commissario alla Concorrenza il leghista Giorgetti. Poi, nel pomeriggio, aveva ringhiato: “Con Di Maio c’è una mancanza di fiducia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

sabato 20 luglio 2019

prev
Articolo Successivo

vauro

next