Chi ripete a macchinetta che Salvini è il nuovo Mussolini trascura un’altra, più banale eventualità: che sia il nuovo Ridolini. Noi non sappiamo che ne sarà del governo giallo-verde, dato ieri per morto sotto gli ultimi colpi del pirotecnico onniministro, in gita a Helsinki: potrebbe cadere oggi, o domani, o mai. La politica non è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Mannelli

prev
Articolo Successivo

Testatina

next