Ieri a Bruxelles, dove si riuniva l’Eurogruppo, l’Italia non è stata l’assoluta protagonista, perché negli scambi di pareri teneva banco il cambio di leadership in Grecia: le elezioni di domenica riportano al potere una vecchia conoscenza dei consessi europei, Nea Demokratia, un partito che, nel Parlamento europeo, sta nel gruppo del Partito popolare europeo – […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Trump è un inetto”: Altro che ambasciatore Londra cerca la talpa

prev
Articolo Successivo

“Non è una sconfitta: Alexis ha retto all’urto”

next