Con Donald Trump, ci siamo abituati: un giorno sorrisi e pacche sulle spalle; il giorno dopo, minacce e sanzioni. I suoi interlocutori si adeguano: pare lo imiti pure Kim Jong-un, il dittatore nord-coreano che domenica lo aveva incontrato sul confine della penisola coreana. Un dibattito all’Onu per inasprire le sanzioni contro la Corea del Nord […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Grecia, arriva Mitsotakis Tsipras si aggrappa ai giovani

prev
Articolo Successivo

La rivolta dei professionisti: “Non siamo tutti evasori”

next