“È indiscutibile il risparmio fiscale che ricompensa principalmente chi ha ricavi vicini ai 65 mila euro: un altro elemento positivo è la semplificazione”. Daniele Virgillito, presidente dell’Associazione dei giovani dottori commercialisti, difende a spada tratta la mini-flat tax per i professionisti introdotta dal primo gennaio scorso. Anche se un difetto lo trova: “La flat tax […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La rivolta dei professionisti: “Non siamo tutti evasori”

prev
Articolo Successivo

Indagine sui veleni del termocombustore di Acea

next