Il governo ha confermato ieri il via libera al Tav Brescia-Verona, nonostante la bocciatura dell’analisi costi-benefici resa pubblica dal ministero delle Infrastrutture dopo mesi dalla sua consegnata. “È un’opera che ha mosso i primi passi 30 anni fa e che costa troppo fermare”, ha detto il ministro Danilo Toninelli. Eppure, a leggere i numeri contenuti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Conte, il vincitore è più solo. Il gelo dei vice per il premier

prev
Articolo Successivo

Bombe sul centro migranti libico: “Almeno cento morti”

next