Esce oggi “Cosa nostra spiegata ai ragazzi” (Paper First) di Paolo Borsellino, il magistrato ucciso il 19 luglio 1993 nella strage di via D’Amelio a Palermo: è ciò che raccontò nel 1989 a una scolaresca di Bassano del Grappa (Vicenza). Pubblichiamo parte della prefazione. Credo che la maniera più giusta per fare arrivare ai giovani […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Baby svapati, non siete Humphrey Bogart

prev
Articolo Successivo

“Cose nostre”, su Raiuno storie di donne e di ’ndrangheta

next