Le società petrolifere sono morti che camminano anche se i consumi mondiali di petrolio, circa 100 milioni di barili al giorno, non sono mai stati tanto alti come nel 2018. Per rispettare le indicazioni unanimi di organizzazioni internazionali e scienziati che prevedono un azzeramento delle emissioni nette di CO² entro il 2050 per scongiurare il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Debito, inflazione e banche: il lato oscuro della Turchia

prev
Articolo Successivo

L’effetto Dieselgate arriva a Bari. Bosch ha dichiarato 620 esuberi

next