Da genio della tv strass e paillettes in stile berlusconiano a perseguitato politico. La parabola di Francesco Becchetti in Albania ha qualcosa di surreale. Inizia esportando a Tirana il nostro modello di tv commerciale con la prima “delocalizzazione” di un’emittente italiana, Agon Channel. Non senza grandi festeggiamenti milanesi con star del calibro di Nicole Kidman. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Diritti per i rider, la norma (anti Jobs Act) in Parlamento

prev
Articolo Successivo

“A Locri la ’ndrangheta sposta le tombe: ruspe sulle cappelle abusive”

next