Ekrem Imamoglu è sindaco di Istanbul. L’Alleanza Nazionale, formata dal Chp, il partito popolare repubblicano erede del kemalismo, e dal Buon Partito (l’Iyi) dei nazional-conservatori ha “rivinto” le elezioni nella città turca battendo, ed è sempre una sorpresa, Binali Yildirim, il candidato di Recep Erdogan e dell’Akp, il partito nato nel solco dell’Islam politico al […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Tra menhir e aquile, il solstizio di Lotito (e Zingaretti inciucia)

prev
Articolo Successivo

Parte il Tour dedicato a Merckx: la maglia gialla compie 100 anni

next