Alzi la mano chi non avverte già un brivido pregustando le sfide, fino a ieri impensabili, del prossimo campionato: tipo Juventus–Inter, con Antonio Conte condottiero nerazzurro a mulinare lo spadone sul campo della Real Casa, oppure Napoli–Juventus, col comandante Sarri a muovere le truppe bianconere alla conquista del San Paolo. Emozionante, non c’è che dire. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

L’ultima battaglia di Rodotà non è ancora stata vinta

prev
Articolo Successivo

Il giovane gesuita Martini e la politica: “Nostra netta vittoria” nel 1948

next