Sul “Messaggero” Dario Nardella si chiede, pensoso e accigliato, perché io taccia sulla ferale minaccia recata dal ministro Bonisoli all’autonomia dei musei (“che fine hanno fatto gli intellettuali che al tempo del ministero Bray avevano sostenuto l’autonomia dei musei?”). La spiegazione la offre il solerte intervistatore: “Montanari, il duro e puro, è stato cooptato da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Digitale, sconti e lotterie: così Lisbona ha ridotto l’evasione

prev
Articolo Successivo

La vittima ora è sotto accusa: il femminicidio non finisce mai

next