Da quando ha fatto quel video, una polemica contro gli sconti alle famiglie arabe, ne ha fatta di strada. Prima è stato eletto alla Camera e ora è diventato vicesegretario del suo partito, la Lega. Ragione per cui, forse, non si interessa molto della richiesta di risarcimento dei danni d’immagine su cui dovrà decidere il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Tempi più stretti per i pm”. Ecco la riforma di Bonafede

prev
Articolo Successivo

Di Battista: “Il Movimento sia politicamente scorretto”

next