L’ultimo grido del tartufismo nazionale è smentire notizie inesistenti per cancellare quelle esistenti e rispondere alle domande sbagliate per eludere quelle giuste. Tipo dialogo tra sordi. “Che ora è?”, “Vigevano”. “Come ti chiami?”, “L’altroieri”. Con questo trucchetto ciascuno può fare e dire quel che gli pare, senza che si arrivi mai al nocciolo della questione: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Mannelli

prev
Articolo Successivo

La testatina

next