La storia

Iraq, “sobborgo” di Teheran: i curdi alle strette

Kurdistan - Fra la pressione delle milizie sciite e i raid jihadisti Kirkuk diventa sempre meno sicura

Di R.Z.
2 Giugno 2019

Le esplosioni di ordigni rudimentali avvengono ancora di frequente in Iraq, soprattutto nella provincia di Mosul dove lo Stato Islamico aveva stabilito la propria capitale, riconquistata dall’esercito iracheno assieme alle milizie curde e iraniane sciite quasi due anni fa. Ma la serie di esplosioni che hanno colpito l’altro ieri alcuni negozi della città di Kirkuk, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 11,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui