Un risarcimento danni, una prima battaglia vinta da chi è stato pesantemente offeso e poi allontanato dal posto di lavoro. Francesca (nome di fantasia), trans di 22 anni, ha vinto, ma solo in parte. Oggi è a casa senza lavoro e con tanta paura di ricominciare. Fino a dicembre scorso ha lavorato come lavapiatti in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Per una volta hanno ragione i lavoratori. La fabbrica resta aperta (almeno un po’)

prev
Articolo Successivo

Sei magliette di lusso rubate alla Rinascente: il cantante Carta arrestato e rilasciato dal giudice

next