Fiori (e qualche striscione) da posizionare sulla cancellata esterna al tugurio dove, l’ottobre scorso, trovò la morte la 16enne Desirée Mariottini. Guarda caso, proprio il giorno prima delle Europee. L’apparente trovata elettorale di Roberto Fiore, ieri, è costata al leader di Forza Nuova qualche ora in Questura a Roma, dove gli agenti della Digos lo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Doping, si rivede Magnini: “Perché la Procura non sente Federica Pellegrini e lei tace?”

prev
Articolo Successivo

Trump dà armi ai sauditi alla faccia di Khashoggi

next