Nel novembre scorso l’annuncio di un rilancio in grande stile: Refitting dei punti vendita, investimenti sull’online, il raddoppio delle vendite in quattro anni e l’impegno a valorizzare le 1850 risorse interne. Venerdì scorso la dichiarazione di fallimento del Tribunale di Milano, con i dipendenti che hanno appreso della perdita del posto da un tam tam […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Torino è sempre più lontana Fiat vuole l’asse con Renault

prev
Articolo Successivo

Il vescovo alla festa dei massoni. La Cei: “Sconcertati”

next