Sono quasi le otto del mattino del 7 maggio, l’Ansa batte il primo take: “Tangenti, arresti tra Lombardia e Piemonte”. Sembra la solita storia di ordinaria corruzione. Con il passare delle ore ci si trova davanti al nuovo tangentificio lombardo. Uno tsunami giudiziario che travolge il Comune di Milano e il palazzo della Regione, fino […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Genova, botte al comizio di CasaPound. La polizia carica chi manifesta contro

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next