Voto e vuoto

Quelli che parlano tanto e nessuno ascolta: il mite “Zinga”, il neutro Tria e il vecchio B.

Parolai - Tutti a indicare l’orizzonte, ma neanche gli amici li prendono in considerazione

23 Maggio 2019

Potrebbe essere il titolo di una serie televisiva sulla politica. “Gli inascoltati”. Quelli che parlano, propongono, indicano una strada, un percorso, che però poi resta disegnato nell’aria. Ad avvalorare la tesi di B. che ha sempre derubricato la politica a “chiacchiericcio”. Categoria però perfettamente incarnata dall’ultimo Berlusconi. Da quando è nato questo governo non si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.