“Dovete soldi allo Stato”: Zia Ketty e la banda che truffava i religiosi

“Dovete soldi allo Stato”: Zia Ketty e la banda che truffava i religiosi

“Pronto è il Comune. Ci deve ridare dei soldi”. Così una 38enne di Siracusa residente a Torino, Concettina Galizia, insieme ai suoi complici, è riuscita a truffare 86 enti religiosi (14 parrocchie, 14 conventi, sette scuole, due case di riposo e altro ancora) in tutta Italia, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia. Ieri i carabinieri […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.