Depistaggi su Cucchi, l’Arma contro i suoi: “Gravissimo intralcio all’azione dei pm”

Anticipato l’intervento come parte civile contro gli ufficiali dei carabinieri
Depistaggi su Cucchi, l’Arma contro i suoi: “Gravissimo intralcio all’azione dei pm”

L’Arma contro otto suoi uomini imputati, accusati, a vario titolo, di aver depistato e commesso falsi per sviare le indagini sulla morte di Stefano Cucchi, arrestato da tre colleghi, il 15 ottobre 2009 e morto a una settimana dall’arresto in seguito, secondo la procura di Roma, a un pestaggio dei militari. A dieci anni di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.