Vedendo Carlo Calenda che s’imbuca all’adunata milanese di Salvini e dei suoi eurocamerati e molesta capannelli di leghisti in piazza Duomo, ci è tornato in mente il vecchio film Via Padova 46-Lo scocciatore, dove Alberto Sordi interpreta Gianrico, un giovane rompipalle, gemello del compagnuccio della parrocchietta di Mamma mia che impressione!. La sua missione è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

martedì 21 maggio 2019

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Vauro

next