Pietre, palloncini incendiari, tentativi di sfondamento delle barriere, slogan, bandiere e lacrime. La Nakba palestinese è andata in scena con il copione previsto. Manifestazioni in Cisgiordania, a Ramallah e nelle altre grandi città palestinesi. Ma tutti gli occhi erano puntati verso la Striscia di Gaza. Almeno 20.000 palestinesi, si sono radunati nei pressi della Barriera […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Bianchi e repubblicani: la carica degli anti abortisti

prev
Articolo Successivo

Internazionali. Il tennis a Roma non è mai stato così italiano

next