Quando defunge qualcuno importante e non lo fa all’improvviso, magari perché anziano o malato, i giornali tengono pronti gli articoli di “coccodrillo”, per evitare che la notizia li colga impreparati. È accaduto anche per Gianluigi Gabetti, custode delle finanze degli Agnelli. Lui però il coccodrillo su La Stampa se l’è scritto praticamente da solo, a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

giovedì 16 maggio 2019

prev
Articolo Successivo

vauro

next