Il problema d’identità abbozzate, confuse, mutevoli all’occorrenza e per lo più inaffidabili che connota questo tempo politico, un tempo confuso dalla comparsa del tripolarismo, disorientato dalla dirompenza del sovranismo e stordito dall’auge del populismo, si riflette completamente sul grande enigma delle alleanze. Far parte dei moderati che fanno da garanti alle istituzioni democratiche o far […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La strada impervia dal Salone di Torino a Casal Bruciato

prev
Articolo Successivo

Napoli. La rivoluzione culturale è (forse) ancora lunga da venire. Intanto si muore

next