A cosa servono i talent show? A nulla! Diranno in coro gli spettatori, sopraffatti dall’overdose di chef, pasticceri, fornai, trattori, pizzaioli e soprattutto cantanti. Tutti sono cantanti, lo abbiamo capito. E invece no: i talent non sono mai serviti quanto adesso. Alle giurie. In The Voice (Rai2, martedì sera) tutto ruota attorno ai giurati assemblati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Tutte quelle imperfezioni ci rendono uniche (e belle)

prev
Articolo Successivo

La vignetta di Franzaroli

next