Al Salone del Libro di Torino ci sarà anche Altaforte, la casa editrice vicina a CasaPound che dà alle stampe un libro-intervista a Matteo Salvini, e il direttore editoriale della rassegna, Nicola Lagioia, ne prende le distanze. Mercoledì Nicola Perugini, antropologo e ricercatore universitario, lancia l’allarme sul sito lavoroculturale.org: “Come mai il Salone del libro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese