Volevano un processo pubblico e a porte a porte aperte, ma hanno perso. Questa la posizione dei media americani, proprio nel momento in cui sia l’accusa che la difesa di Harvey Weinstein, il produttore hollywoodiano caduto in disgrazia, si sono unite nel chiedere al giudice del Tribunale di New York, dove il processo andrà in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Raffica di raid: “Il capo era un suicida”

prev
Articolo Successivo

“Avrei dovuto fare il mago, ho visto la fine dei Beatles”

next