Disarmo, Putin fa l’arbitro: “A Kim servono garanzie”

Successo più mediatico che di contenuti fra Russia e Nord Corea, una prova di forza contro The Donald dopo il flop del vertice di Hanoi
Disarmo, Putin fa l’arbitro: “A Kim servono garanzie”

Il primo faccia a faccia tra il dittatore “comunista” nordcoreano Kim Jong-un e il presidente russo Vladimir Putin a Vladivostok è stato più un successo mediatico che reale. “Putin non ha molto da offrire alla Corea del Nord”, avevano spiegato molti osservatori internazionali alla vigilia dell’incontro. Ma il lungo colloquio in terra russa è comunque […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.