Più volte hanno ribadito di essere apartitiche, ma ora che una di loro si candida, sentono di avercela fatta. Le madamine Sì Tav di Torino lo hanno detto sin dall’inizio, da quando hanno organizzato la prima manifestazione contro l’amministrazione di Chiara Appendino e l’immobilismo del governo gialloverde il 10 novembre. Lo hanno ribadito a fine […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Casale 1947, l’omaggio del Grande Torino ai caduti partigiani

prev
Articolo Successivo

Torino capitale del tennis: ecco le Atp Finals

next