Strage di cristiani, allarme ignorato per dieci giorni

290 morti - Nella carneficina anche 500 feriti: gli 007 erano stati avvisati, inutilmente. Alcuni dei kamikaze avevano preso camere negli alberghi dove si sono fatti esplodere
Strage di cristiani, allarme ignorato per dieci giorni

L’isola più bella, il soprannome con cui Marco Polo definì lo Sri Lanka, è ancora scossa dopo la strage di Pasqua. A Colombo, la capitale dell’isola, dove nella mattina di domenica sono state fatte saltare in aria tre chiese e altrettanti hotel di lusso con un bilancio di 290 morti e 500 feriti, ieri è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.