Appena eletto, nel novembre 2018, il leghista neo presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti era stato bellicoso sui destini del Festival dell’Economia: “Fino a oggi sono stati invitati solo studiosi e luminari con una precisa visione economica e politica del mondo, espressione della cultura della sinistra nazionale e locale. Vedremo come, ma questa distorsione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Asti-Cuneo,dieci chilometri di investimenti per avere milioni di euro anche da Toninelli

prev
Articolo Successivo

I tentativi di neutralizzare le idee radicali di Keynes

next