“Il segretariato dell’Imo osserva con preoccupazione i recenti sviluppi sulle questioni umanitarie che riguardano la Libia. Ma non siamo nella posizione di verificare la situazione all’interno di tale paese”. L’Organizzazione marittima internazionale (Imo) è l’organismo che certifica l’esistenza delle zone Sar, ovvero delle aree di ricerca e soccorso e che, di conseguenza, consente agli Stati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Cambio di regime Khartoum nel caos non lascia la piazza

prev
Articolo Successivo

Fermi tutti: ora la Tate impone la visione lenta

next