Alle dieci della sera la prua della Alan Kurdi cambia rotta. Al Viminale si assapora l’antipasto di una vittoria: l’ipotesi di uno sbarco in Italia, almeno per una manciata di ore, sembra sfumare. E anche il conseguente incidente diplomatico con la Germania. Due ore prima, a circa 20 miglia da Lampedusa, la nave chiede all’Italia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

La manovra del generale è stata inattesa solo per l’Italia

prev
Articolo Successivo

Di Maio cerca i cattolici moderati

next