Una volta c’era il “riformismo forte”. Oggi, commentando il piano curato dal Forum Disuguaglianze e Diversità (Fdd), presentato ieri a Roma, si passa al “riformismo radicale”. Le proposte del Fdd, ben 15, sono infatti “radicali perché spingono ai limiti del possibile gli spazi offerti dal capitalismo”. Rimanendo nel suo ambito, ovviamente, non si parla qui […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Banche, lite con Tria e commissione ferma al Colle

prev
Articolo Successivo

Voto sul copyright, la norma salva i big e chi è già tutelato

next