Sebbene il premier Theresa May abbia escluso che il suo governo dia spazio ad un nuovo ferendum, l’organizzazione pro Ue “Peoples Vote” ha rilanciato la sfida a Westminster convocando un corteo che ha riscosso – secondo chi ha curato l’iniziativa – un milione di adesioni. Inoltre, sono arrivate a 4,3 milioni le firme della petizione […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Brasile: ‘O Mecanismo’. La samba dei presidenti a ritmo di corruzione

prev
Articolo Successivo

Gilet gialli, Champs Elysées blindati gli ‘émeutiers’ cambiano quartiere

next