Con la primavera a Montecitorio sboccia un’iniziativa assai singolare e decisamente trasversale. Deputati di maggioranza giallo-verde e di opposizione varia, ma accomunati dalla medesima professione, sono tutti (o quasi) avvocati, lanciano un appello ai parlamentari, con una lettera, per sostenere il progetto di iniziativa popolare della separazione delle carriere dei magistrati (pm o giudici a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

A caccia del super boss ma stavano nella loggia

prev
Articolo Successivo

“Scarantino telefonava spesso ai pm”

next