Proseguono le analisi per capire le cause della morte di Imane Fadil, testimone chiave dei processi Ruby, morta in circostanze misteriose dopo oltre un mese di ricovero all’Humanitas di Rozzano. Ieri è iniziato l’iter per verificare l’eventuale presenza di radioattività, ipotesi legata alla presenza di metalli nel corpo dell’ex modella. In mattinata un pool di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)