“Voglio diventare sterile” ha detto un giorno Andrea a sua moglie. Ma prima di trovare un andrologo disposto a fargli una vasectomia (l’intervento che consiste nel taglio e nella legatura dei dotti deferenti dell’apparato genitale per impedire agli spermatozoi di arrivare all’esterno) ci ha messo tre anni. “Nel pubblico nessuno te la fa, allora ho […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La paranoia del controllo della madre che non delega mai

prev
Articolo Successivo

“Mio marito è stato ucciso”. Il mistero del giornalista

next