Addio La Porta signore della notte “oltremarzullo”

Sembrava svanito nel nulla, immerso in una delle sue meditazioni trascendentali. Invece Gabriele La Porta se n’è andato da comune mortale, come tutti noi. Non se ne aveva notizia da quando aveva abbandonato la Rai dopo quarant’anni di onorato servizio. Durante il primo governo Berlusconi fu direttore di Rai2; era riuscito a saltare sul carro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.