Lavinia Tognaccini è una dei soci a sua insaputa della Delivery Service. La sua e le altre firme hanno fatto nascere una delle cooperative sulle quali Tiziano Renzi e Laura Bovoli, secondo le accuse della Procura di Firenze, avevano caricato “dolosamente” i debiti previdenziali e fiscali. Classe 1989, la passione per l’arte e il calcio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Firenze, Genova e Cuneo: 3 città, 1 solo “sistema Renzi”

prev
Articolo Successivo

I pm: “Disegno criminoso da tempo”

next