Chi vince al gioco delle poltrone con la politica sempre più debole

Il groviglio - I Cinque Stelle vogliono mettere l’ex Atac Paolo Simioni a Fincantieri al posto di Giuseppe Bono. Ma ci sono centinaia di incarichi da assegnare in questi mesi
Chi vince al gioco delle poltrone con la politica sempre più debole

L’ultimo grido in fatto di poltrone è la candidatura di Paolo Simioni alla guida di Fincantieri. L’amministratore delegato dell’Atac, la disastrata azienda tramviaria di Roma, è fortemente sostenuto dagli ambienti M5S più vicini alla sindaca Virginia Raggi. La richiesta di fargli posto silurando Giuseppe Bono, di cui è allievo, l’amministratore delegato di Cdp Fabrizio Palermo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.