Continua tra Salvini e Di Maio la gara a chi tira più dritto e il campo preferito – come ormai da alcuni giorni – è il Tav Torino-Lione. E se sabato il ministro degli Interni era stato invitato sul tema a “non rompere i coglioni” da Alessandro Di Battista, ieri ha dovuto incassare la “supercazzola” […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Zingaretti verso le primarie. I renziani scaricano Martina

prev
Articolo Successivo

Toninelli: “A22 torni pubblica”. Lo è all’85%

next