Torna all’onore delle cronache il caso della nave Diciotti, e della connessa accusa di sequestro di persona nei confronti del ministro Salvini. Inspiegabilmente non risultano dalla ispezione effettuata dal procuratore Patronaggio unitamente agli agenti e ufficiali di polizia giudiziaria che lo accompagnarono, dati rilevanti per la valutazione giuridica dei fatti. Se davvero fu commesso in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Rischio terroristi a bordo”: Viminale contro i magistrati

prev
Articolo Successivo

Capitano non più coraggioso: in cinque mesi da “non voglio aiuti” a “il Senato voti contro”

next