Zimbabwe, otto morti nelle proteste per i rincari

Prezzi alle stelle, inflazione e disoccupazione. Il presidente Mnangawa è stato costretto a rientrare da Davos
Zimbabwe, otto morti nelle proteste per i rincari

Sono almeno otto le vittime della brutale repressione delle forze di sicurezza dello Zimbabwe contro i manifestanti che da due settimane protestano per i rincari della benzina e dei beni di prima necessità. Il presidente Emmerson Mnangagwa ha definito “inaccettabile” la violenza usata dalla polizia e dai militari per poi lanciare un appello per un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.