Il povero don Sturzo e la calca degli eredi

Il povero don Sturzo e la calca degli eredi

Tutti al centro, scrutando l’orizzonte oltre il vituperato governo gialloverde dei sovranisti di destra e dei populisti post-ideologici. I cent’anni esatti dell’Appello ai liberi e forti di don Luigi Sturzo, fondatore del Partito popolare italiano degenerato poi in Democrazia cristiana, ha fatto esplodere il dibattito sull’urgenza di fare un nuovo partito dei cattolici. Al centro, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.