Sono tre le turbative d’asta contestate all’ex sindaco di Torino e ora deputato Pd, Piero Fassino, indagato insieme ad altre 28 persone nell’inchiesta sulle passate gestioni del Salone del libro. Ieri la Procura ha notificato loro l’avviso di conclusione dell’indagine cominciata nel 2015 a partire dal presunto peculato commesso da Rolando Picchioni, ex deputato Dc, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Riaprite le indagini. Ecco le nuove prove”

prev
Articolo Successivo

La banda della morte in ospedale. Affari in corsia divisi a metà tra furti e oltraggi alle salme

next