La minaccia viene reiterata oltreoceano. Nel suo primo Salone di Detroit, Mike Manley, l’amministratore delegato di Fca, torna sulla questione della tassa sull’acquisto di auto di cilindrata medio-alta e diesel e degli incentivi per quelle a basse emissioni e annuncia che la ex Fiat, oggi a trazione statunitense, “sta rivedendo il piano di investimenti per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

La lettera della Bce fa crollare Mps e gli istituti italiani

prev
Articolo Successivo

Truffati dalle banche, il Tesoro: “Così la Ue dirà no agli indennizzi automatici anche agli azionisti”

next